Passa ai contenuti principali

100,000 Italians emigrated in 2014

In Italy there is no work, and many unemployed people emigrate: 100 thousand Italians have emigrated in 2014.
It 'the first time in 10 years that exceeds the number of 100,000 people emigrated from Italy. The number of emigrants, it is not what the early 50s or 60s, and it is not even the beginning of 1900, years in which tens of millions of Italians emigrated to North America, South America, Australia, Europe, Africa.
Today the country where to look for a job have changed: Europe is where you try your luck: Germany, Great Britain and Switzerland, are the countries where Italians emigrate.
56% of Italian emigrants are men, 44% are women, for a total of 101.297 people who have left our Country on 2014.

100,000 Italians emigrated in 2014
Emigration from Italy (source)

100 mila italiani emigrati nel 2014

In Italia il lavoro non c'é, e molti disoccupati emigrano: più di 100 mila italiani sono emigrati nel 2014.
E' la prima volta in 10 anni che si supera il numero di 100.000 persone emigrate dall'Italia. 
Il numero di emigrati, non é quello degli anni '50 o '60, e non é nemmeno quello dell'inizio del 1900, anni in cui decine di milioni di italiani sono emigrati in Nord America, Sud America, Australia, Europa, Africa.

Oggi, i paesi dove andare a cercare un lavoro, sono cambiati: é l'Europa dove si cerca la fortuna: Germania, Gran Bretagna e Svizzera, sono i paesi dove gli italiani emigrano.

A differenza di un tempo, ora gli emigrati italiani quando partono, la maggior parte delle volte, già hanno un lavoro che li aspetta.

Il 56% degli emigrati italiani sono uomini, il 44% sono donne, per un totale di 101,297 persone che hanno lasciato il Nostro paese

Commenti

Post popolari in questo blog

Economic recession in Italy is over

La recessione economica in Italia é finita.
L'ISTAT ha annunciato stamani che la recessione é finita.
L'ISTAT ha detto che nei primi tre mesi del 2015, c'é stato un aumento dello 0,3% del PIL, rispetto al trimestre precedente, mentre la variazione acquisita del Pil per il 2015 è pari a 0,2%.
Si tratta, in ogni caso, dell'incremento più alto dal primo trimestre del 2011 quando il Pil era salito dello 0,4%.
Finalmente una buona notizia per la Nostra economia, che toglie anche molti problemi di immagine al Governo Renzi, problemi dovuti ad un rimborso che lo Stato italiano deve fare ai pensionati, rimborso di 20 miliardi di euro.

Buoni Fruttiferi Postali 2017 interessi rendimenti consigli opinioni

I Buoni Fruttiferi Postali 2017 (BFP) sono da sempre uno degli investimenti più sicuri per gli italiani. Quali interessi danno oggi? Conviene investire soldi nei Buoni Postali in questo 2017?

In un periodo di crescente sfiducia da parte del risparmiatore, clima dovuto ai recenti scandali pompati anche dalla stampa e dall'opinione pubblica che hanno coinvolto Banche conosciute a livello nazionale ( anche perchè una di loro interessava un importante membro del Governo), nonchè alla nuova normativa in vigore dal Gennaio 2016 che prevede il Bail In, cioè il prelievo forzoso dai conti correnti superiori a 100 mila euro di importo in caso di fallimento di una banca, i clienti di molte banche stanno seriamente pensando di spostare l'eccedenza dei 100 mila euro verso risparmi garantiti dallo Stato, cioé Buoni Postali e libretti postali.

Purtroppo come tutti sanno i gli interessi dei Buoni Fruttiferi Postali non sono molto alti in questo periodo anzi, possiamo dire tranquillamente che …

Persone più ricche di tutti i tempi: Marco Licinio Crasso

Marco Licinio Crasso, nato in una ricca famiglia romana intorno all'anno 115 aC, ha acquisito enorme ricchezza attraverso (secondo le parole di Plutarco) "fuoco e rapine."
Uno dei suoi piani più redditizi hanno approfittato del fatto che Roma non aveva vigili del fuoco. Crasso riempito questo vuoto creando la sua brigata - 500 uomini forti - che si precipitò a edifici in fiamme al primo grido di allarme.
Al suo arrivo sulla scena, tuttavia, i vigili del fuoco non hanno fatto nulla, mentre il loro datore di lavoro contrattato sul prezzo dei loro servizi con il proprietario in difficoltà.
Se Crasso non poteva negoziare un prezzo soddisfacente, i suoi uomini semplicemente lasciare che la struttura bruciare a terra. Un'altra delle sue imprese redditizie era una scuola per gli schiavi; Crasso acquistato schiavi non qualificati, li aveva addestrati, e poi li ha venduti per lauti guadagni.
Come ha fatto Marco Licinio Crasso a diventare l'uomo più ricco della storia di Ro…