mercoledì 22 febbraio 2017

Investire in Borsa o no, dopo l'accordo della Grecia?

Nonostante l'accordo tra Europa e Grecia, molti investitori ed analisti finanziari si dicono cauti, vogliono prima sapere i particolari, guardare se l'accordo sarà sostenibile dalla Grecia.
Al contrario di quello che dicono i politici insomma, i problemi interni della finanza europea non sono finiti.
Persone che lavorano per analizzare i dati e trarne delle conclusioni, non si dicono per niente contente di questo importante accordo.

Le reazioni in Italia, sono entusiastiche da parte di coloro che sono al Governo, piuttosto scomposte da parte di quelli che sono all'opposizione, con l'iper-populista Salvini che grida "Ora che il Governo non faccia pagare l'accordo agli italiani" a Grillo che dice che ci vorrebbe una 'rivoluzione contro lo strapotere di Bruxelles"...

Ma quello che conta, per il risparmiatore e investitore italiano sono i suoi soldi, cioé se vale la pena o meno di investire, come in molti dicono?
Sentiamo alcuni responsabili delle più importanti società di investimento che operano in Italia:

Penalizzazione pensioni lavoratori precoci

Purtroppo per i lavoratori precoci valgono ancora le penalizzazioni delle pensioni, nonostante siano state bloccate fino al 2018, ma facciamo chiarezza.
La penalizzazione della pensione, come prevede la legge Fornero, è un modo per mandare in pensione persone a 62 anni invece che a 65 anni.
Le persone che a 62 anni che avranno maturato i contributi minimi quindi, potranno andare in pensione, ma con una penalizzazione per ogni anno che decideranno di andare in pensione prima.
Ad esempio la prima penalizzazione è per il 1a anno cioè a 64 anni, la 2a per chi ha 63 anni ecc.
La penalizzazione delle pensione significa che prenderanno meno soldi nell'assegno pensionistico.
Lavoratori precoci e penalizzazione delle pensioni:
Sono sopratutto i lavoratori precoci a rimetterci in tutto questo.
Ci sono casi di persone che hanno versato contributi per quasi 50 anni e ancora non riescono ad andare in pensione, un vero scandal

giovedì 16 febbraio 2017

Investimenti Sicuri consigli degli esperti per il 2017

Investimenti Sicuri consigli degli esperti per il 2017
Dove e come si possono fare investimenti sicuri in questo periodo? Cosa consigliano gli esperti i borse mondiale e finanza?

Avere cura dei Nostri risparmi ed investimenti, è un obbligo morale, otre che materiale, che in questo inizio 2016 è andato sempre più complicandosi.

I motivi sono vari, ma il primo è la crisi del settore bancario e finanziario. E' la crisi più grave perchè ora tutta l'economia mondiale si regge sul settore finanziario, essendo quello più remunerativo di tutti.

Il piccolo risparmiatore si deve quindi inventare piccolo investitore, perchè poi le leggi cambiano e ora se affidiamo tutti i Nostri soldi ad una banca e questa fallisce, poi rischiamo di rimetterci tutti i sacrifici di una vita.

Investire soldi in modo sicuro oggi, significa però prendere molto poco di interessi e dividendi.

Nel 2016 il costo del denaro è diventato così basso che molti stati stanno dando obbligazioni statali a tasso negativo, una cosa che non è mai successo prima, nella storia della finanza.

Buoni Fruttiferi Postali 2017 interessi rendimenti consigli opinioni

I Buoni Fruttiferi Postali 2017 (BFP) sono da sempre uno degli investimenti più sicuri per gli italiani. Quali interessi danno oggi? Conviene investire soldi nei Buoni Postali in questo 2017?

In un periodo di crescente sfiducia da parte del risparmiatore, clima dovuto ai recenti scandali pompati anche dalla stampa e dall'opinione pubblica che hanno coinvolto Banche conosciute a livello nazionale ( anche perchè una di loro interessava un importante membro del Governo), nonchè alla nuova normativa in vigore dal Gennaio 2016 che prevede il Bail In, cioè il prelievo forzoso dai conti correnti superiori a 100 mila euro di importo in caso di fallimento di una banca, i clienti di molte banche stanno seriamente pensando di spostare l'eccedenza dei 100 mila euro verso risparmi garantiti dallo Stato, cioé Buoni Postali e libretti postali.

Purtroppo come tutti sanno i gli interessi dei Buoni Fruttiferi Postali non sono molto alti in questo periodo anzi, possiamo dire tranquillamente che hanno rendimenti molto bassi.

mercoledì 11 gennaio 2017

Persone più ricche di tutti i tempi: Marco Licinio Crasso

Marco Licinio Crasso, nato in una ricca famiglia romana intorno all'anno 115 aC, ha acquisito enorme ricchezza attraverso (secondo le parole di Plutarco) "fuoco e rapine."
Uno dei suoi piani più redditizi hanno approfittato del fatto che Roma non aveva vigili del fuoco. Crasso riempito questo vuoto creando la sua brigata - 500 uomini forti - che si precipitò a edifici in fiamme al primo grido di allarme.
Al suo arrivo sulla scena, tuttavia, i vigili del fuoco non hanno fatto nulla, mentre il loro datore di lavoro contrattato sul prezzo dei loro servizi con il proprietario in difficoltà.
Se Crasso non poteva negoziare un prezzo soddisfacente, i suoi uomini semplicemente lasciare che la struttura bruciare a terra. Un'altra delle sue imprese redditizie era una scuola per gli schiavi; Crasso acquistato schiavi non qualificati, li aveva addestrati, e poi li ha venduti per lauti guadagni.

Come ha fatto Marco Licinio Crasso a diventare l'uomo più ricco della storia di Roma

La maggior parte della enorme ricchezza di Crasso, tuttavia, consisteva delle sue vaste proprietà terriere, acquisito mentre era un tenente di Lucio Cornelio Silla durante la guerra civile del 88-82 aC Silla permesso Crasso per acquistare immobili nemico catturato a prezzi stracciati, ma la romana acquisitiva non era soddisfatto di questo e ha proceduto a cogliere le proprietà di magnati non sulla lista proscritti, spesso uccidendo i proprietari innocenti.
Quando la sua avidità ha superato ogni limite civile, Crasso perse il supporto di Silla.

sabato 25 giugno 2016

Brexit conseguenze: l'Inghilterra esce dall'Europa, può uscire anche l'Italia?

Brexitconseguenze: anche l'Italia può richiedere di fare un referendum ed uscire dall'Europa, proprio come sta facendo la Gran Bretagna, perchè no?

Il Brexit è l'argomento che sarà predominante fino a Giugno 23, giorno del referendum che molto probabilmente sarà vinto dai conservatori e che decreterà l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea.

Anche l'Italia può uscire dalla UE, allora?

In molti dicevano che non si poteva uscire dalla UE, in quanto abbiamo firmato dei trattati ecc., ecc., ecco, ora tutto questo non è più valido, si può uscire dall'Unione Europea eccome, il referendum, in gran Bretagna lo dimostra ampiamente.

Uscire dall'Unione Europea si può:

Nonostante l'art. 75 della Costituzione che dice che non si possono fare referendum su accordi internazionali, si può evitare questo articolo della Costituzione italiana facendo una riforma dello stesso.
Visto che non stiamo parlando di dividere lo Stato italiano oppure non stiamo parlando di cancellare i diritti fondamentali del cittadino, una volta che si è riformato questo articolo della Costituzione, si può anche fare un referendum per uscire dall'Unione Europea pure in Italia.

martedì 24 maggio 2016

Fiat Chrysler Automobiles Dieselgate

Fiat Chrysler Automobiles Dieselgate
Bad news for investors, customers and FIAT workers arriving from Germany, a new scandal FIAT Chrysler Automobiles Dieselgate for emissions of 500 X 2.0 Multijet diesel, the German Minister of Transport would have called for the cancellation of approval of this machine from the streets of Germany.
This immediately led to a collapse of Fiat shares only 5 points yesterday, for the journalistic indiscretions that came out about this problem that would Italian cars in Germany.

Polluting emissions FIAT 500 X


What is known so far is that the problem starts from January, when the German body responsible for the control of polluting emissions has found irregularities rehearsing with the new FIAT 500 X 2.0 Multijet .
The machine, after a while the engine was warm radiated emissions of Nitrogen Oxides (MOx) 20 times higher than the maximum limit. The test was made in February 2016 with a Fiat 500X (Euro 6, 2015 EZ 4400 km mileage).
Here clear signs were found to be 22 times exceeded the limits of NOx emissions and have found the presence of "prohibited off."
Three months later, comes the presentation of the audit report, the Federal Department of Transport (BMVI) has initiated the procedure for the withdrawal.
The May 20, 2016, they sent to Italy to the report of the European Commission entitled 'improper shutdown of the Fiat 500X' is the Ministry of Transport has established a violation of the approval legislation.
Under Article 30 of EU Directive 2007/46 / EC, Germany can only initiate such a process, whether non-compliance with the Directive previously stated unequivocally. "We ask the head of Fiat Germany immediate STOP to the sale and delivery for the Fiat 500 2.0 MultiJet and all other diesel cars with manipulation implants prohibited," said Jürgen Resch, CEO of DUH.